CARRELLO
0 prodotto - 0,00 €
Inserisci un prodotto nel carrello
carrello accedi

CONTRATTO DI REGOLAMENTAZIONE DELLA FORNITURA

1. Definizioni
Per "FORNITORE", ai fini del presente contratto, si intende l'editrice CIC Edizioni Internazionali, con sede in Lungotevere Michelangelo 9, 00192 Roma, P. IVA 02130501006, iscrizione alla Camera di Commercio di Roma al numero 391042.
Per "CONTRAENTE" si intende il soggetto che effettua l'ordine.
Per "CONSUMATORE", ai fini del presente contratto, si intende il contraente che sia persona fisica e che stipuli il presente contratto per finalità non riferibili all’attività commerciale, imprenditoriale o professionale eventualmente svolta.
La tutela del consumatore è specificamente dettata dal Decreto legislativo 22 maggio 1999, n. 185, al quale questo contratto si conforma in quanto applicabile.
Per "RIEPILOGO DELL'ORDINE", ai fini del presente contratto, si intende il documento, anche solo elettronico ma comunque stampabile e memorizzabile dal contraente, contenente le indicazioni relative: alle caratteristiche essenziali del bene e/o del servizio; al prezzo del bene e/o del servizio; alle modalità del pagamento; alla durata della validità dell’offerta e del prezzo, se diversa da quanto indicato al punto 4 del presente contratto. Il riepilogo dell'ordine costituisce parte integrante del presente contratto.
Per "ORDINE", ai fini del presente contratto, si intende il documento, anche solo elettronico, inviato, anche solo telematicamente, dal contraente al fornitore attestante la volontà del consumatore di effettuare l'ordine secondo le specifiche indicate nel riepilogo dell'ordine e alle condizioni di cui al presente contratto. L'ordine costituisce parte integrante del presente contratto.
Per "RICEVUTA DELL'ORDINE", ai fini del presente contratto, si intende la comunicazione inviata dal fornitore, anche solo telematicamente, al contraente attestante il ricevimento dell'ordine.

2. Oggetto del contratto
È oggetto del contratto la fornitura dei servizi e/o la vendita dei beni di cui all'ordine inviato, anche solo telematicamente, dal contraente al fornitore.

3. Esecuzione del contratto
Il presente contratto si intende perfezionato nel momento in cui il contraente conferma e invia, anche solo telematicamente, l'ordine al fornitore.
Nel minor tempo possibile, e comunque senza ingiustificato ritardo, il fornitore si impegna ad inviare, anche con soli mezzi telematici purché stampabile, la ricevuta dell'ordine.
Il fornitore si impegna a fornire i servizi e/o a consegnare i beni richiesti dal contraente con le modalità, alle condizioni e al prezzo indicati nel riepilogo dell'ordine.
In caso di indisponibilità, anche temporanea, del bene o del servizio richiesto, il fornitore, entro 30 giorni a decorrere dal giorno successivo a quello in cui il contraente ha trasmesso l'ordine, ne darà comunicazione, anche solo con mezzi telematici purché la comunicazione sia stampabile e/o memorizzabile, al contraente. Il contraente accetta che, in casi di indisponibilità anche temporanea del bene o del servizio richiesto, il fornitore adempia al contratto anche eseguendo una fornitura diversa da quella pattuita, purché di valore e qualità equivalenti o superiori.

4. Durata della validità dell'offerta e del prezzo
Salvo ipotesi particolari indicate nel riepilogo dell'ordine, l'offerta e i prezzi indicati sono validi fino al 31 dicembre dell’anno in corso al momento della loro indicazione nel riepilogo dell’ordine.

5. Esercizio del diritto di recesso del consumatore
Qualora il contraente sia un consumatore, può esercitare il diritto di recesso secondo le disposizioni del presente articolo.
Il consumatore ha diritto di recedere dal presente contratto entro il termine di dieci giorni lavorativi decorrente:
a) per i beni, dal giorno del loro ricevimento da parte del consumatore;
b) per i servizi, dal giorno della conclusione del contratto.
La strutturazione dei servizi commerciali di questo sito fa sì che il consumatore prenda sempre visione e possa stampare o memorizzare il riepilogo dell'ordine e il presente contratto prima dell'invio dell'ordine. Tuttavia, qualora il fornitore sia tenuto all'invio del riepilogo dell'ordine e lo ometta, il termine per l'esercizio del diritto di recesso da parte del consumatore decorre dal giorno in cui il fornitore provveda all'invio, qualora ciò avvenga dopo la conclusione del contratto e purché non oltre il termine di tre mesi dalla conclusione stessa.
Qualora il fornitore sia tenuto all'invio del riepilogo dell'ordine e, neppure successivamente alla conclusione del contratto, lo invii, il termine per l'esercizio del diritto di recesso è di tre mesi e decorre:
a) per i beni, dal giorno del loro ricevimento da parte del consumatore;
b) per i servizi, dal giorno della conclusione del contratto.
Il consumatore non può esercitare il diritto di recesso sopra previsto per i contratti:
a) di fornitura di servizi la cui esecuzione sia iniziata, con l'accordo del consumatore, prima della scadenza del termine
di sette giorni decorrente:
i. per i beni, dal giorno del loro ricevimento da parte del consumatore;
ii. per i servizi, dal giorno della conclusione del contratto.
b) di fornitura di beni o servizi il cui prezzo è legato a fluttuazioni dei tassi del mercato finanziario che il fornitore non è in grado di controllare;
c) di fornitura di beni confezionati su misura o chiaramente personalizzati o che, per loro natura, non possono essere rispediti o rischiano di deteriorarsi
o alterarsi rapidamente; d) di fornitura di prodotti audiovisivi o di software informatici sigillati, aperti dal consumatore;
e) di fornitura di giornali, periodici e riviste;
f) di servizi di scommesse e lotterie.
Il consumatore può esercitare il diritto di recesso con l'invio, entro il termine previsto, di una comunicazione scritta all'indirizzo della sede del fornitore mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento. La comunicazione può essere inviata, entro lo stesso termine, anche mediante telegramma, facsimile e e-mail all'indirizzo assistenza@gruppocic.it, a condizione che sia confermata mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento entro le 48 ore successive.
Qualora sia avvenuta la consegna del bene il consumatore è tenuto, a propria cura e spese, a restituirlo integro al fornitore, inviandolo a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno alla sede del fornitore entro e non oltre il termine per l’esercizio del recesso. Gli articoli provvisti di bollini SIAE devono essere restituiti con il bollino integro. Non saranno accettati rese di articoli con il bollino SIAE rotto o mancante.
Le uniche spese dovute dal consumatore per l'esercizio del diritto di recesso sono quelle dirette di restituzione del bene al mittente.
Se il diritto di recesso è esercitato dal consumatore conformemente alle disposizioni del presente articolo, il fornitore è tenuto al rimborso delle somme versate dal consumatore nei termini di legge.
È condizione imprescindibile per la validità del presente articolo la circostanza che, al momento della conclusione del contratto, il contraente sia un consumatore. Il fornitore si riserva ogni più opportuna azione processuale atta al risarcimento del danno subito per aver confidato nella veridicità delle dichiarazione del contraente.
Il diritto di recesso viene concesso in base al D. Lgs. 50/92 art. 3 c. 2, solo per importi che, al netto di qualunque spesa accessoria, superino i 25,00 €.

6. Forniture non richieste
Il fornitore si impegna a non fornire alcun bene o servizio al consumatore in mancanza di una sua previa ordinazione in tutti i casi in cui essa comporti una richiesta di pagamento.

7. Presentazione dei reclami
Il consumatore può in ogni momento presentare reclami scrivendo a
CIC Edizioni Internazionali
Direzione Commerciale Area Libraria
Lungotevere Michelangelo 9
00192 Roma
e-mail assistenza@gruppocic.it

8. Legge applicabile
Il presente contratto è sottoposto alla legge Italiana o, alternativamente, a quella del paese del contraente qualora quest’ultima imponga la sua applicazione ai fini del riconoscimento della validità e/o dell’efficacia del presente contratto.