CARRELLO
0 prodotto - 0,00 €
Inserisci un prodotto nel carrello
carrello accedi

LAPAROSCOPIA E CANCRO OVARICO

Dalla diagnosi alla recidiva
Copertina LAPAROSCOPIA E CANCRO OVARICO
Pagine: 72
Anno di pubblicazione: 2008
Formato: brossurata
Isbn cartaceo: 978-88-7141-824-7
Isbn online: 978-88-7141-824-7
Target: volume specialistico
Stato prodotto: disponibile
Tipo di prodotto: libro
Argomenti:
Oncologia

Descrizione

L'utilizzo della laparoscopia in ginecologia oncologica è di recente introduzione ed a tutt'oggi non ha ancora trovato una larga applicazione.

Nel caso della patologia neoplastica ovarica, in special modo, l'esperienza con la laparoscopia è molto più limitata. Le motivazioni possono essere molte, tra cui la frequente diagnosi della malattia in fase avanzata, la necessità anche per la stadiazione chirurgica di casi iniziali, dell'esecuzione di procedure extra-pelviche. E' ipotizzabile comnque che nel prossimo futuro questa situazione possa cambiare e che la disponibilità di strumentazioni sempre più sofisticate possa favorire l'esecuzione di procedure chirurgiche nell'addome alto, velocizzandole e rendendole più sicure. In questo senso il confronto con i chirurghi generali non può che essere di giovamento e deve essere ricercato con assiduità.

Un'altra importante considerazione è relativa al progressivo cambiamento della storia naturale del carcinoma ovarico che sta trasformandosi, grazie ai progressi nella chirurgia, ma soprattutto grazie all'introduzione di un'ampia gamma di nuovi farmaci, da malattia acuta e rapidamente fatale a malattia cronica, nella quale vengono utilizzate numerose linee di trattamento. Questa tendenza andrà probabilmente incrementandosi nel futuro con l'introduzione di nuovi farmaci, in particolare quelli ad attività biologica cosiddetti "a bersaglio molecolare".

In questo scenario di progressivo allungamento della sopravvivenza e disponibilità di farmaci con meccanismi d'azione molto diversi va inquadrata una nuova visione della chirurgia del carcinoma ovarico come modalità terapeutica ripetibile durante la storia naturale della malattia a scopo sia diagnostico che terapeutico che palliativo.

In questo senso, la laparoscopia appare come una metodica chirurgica mini-invasiva di grande valore potenziale per il monitoraggio dell'andamento clinico della malattia allo scopo di ottimizzare il timing e l'utilizzo della chirurgia laparotomica maggiore in prima istanza e successivamente, nonché per consentire la migliore integrazione con i trattamenti medici.

Quest'ultima considerazione ci riporta ad una visione integrata dell'oncologia e a guardare pertanto alla laparoscopia come una via chirurgica di accesso all'addome di grande potenzialità in mano al ginecologo oncologo da utilizzare però nell'ambito di una visione complessiva della malattia che non può prescindere da una cultura oncologica profonda.

Per questi motivi abbiamo ritenuto utile in questo volume riassumere il ruolo attuale della laparoscopia nel trattamento dei tumori ovarici alla luce della letteratura più recente nonché della nostra personale esperienza.

(dall'Introduzione)

Indice

Introduzione
Autori

Gli strumenti laparoscopici nel tumore ovarico
Il tumore ovarico borderline: diagnosi. trattamento, restaging
Il tumore ovarico early stage: diagnosti, trattamento, restaging
Il tumore ovarico avanzato: diagnosi e predizione della citoriduzione ottimale
La recidiva: diagnosi e indicazioni alla chirurgia secondaria
Tecniche di stadiazione chirurgica laparoscopica: isterectomia, omentectomia, linfoadenectomia pelvica e lomboaortica

Conclusioni