CARRELLO
0 prodotto - 0,00 €
Inserisci un prodotto nel carrello
carrello accedi

SCHEDA DI DIMISSIONE OSPEDALIERA (LA)

... come non compilare la parte sanitaria della scheda di dimissione ospedaliera...
1 volume
Copertina SCHEDA DI DIMISSIONE OSPEDALIERA (LA)
Pagine: 306
Anno di pubblicazione: 2004
Formato: brossurata
Isbn cartaceo: 88-7141-655-4
Isbn online: 88-7141-655-4
Target: volume specialistico
Stato prodotto: disponibile
Tipo di prodotto: libro
Argomenti:
Economia sanitaria

Descrizione

Come si compila la parte sanitaria della scheda di dimissione ospedaliera (SDO) nel rispetto del principio iso-risorse dei DRG? Quali sono le tipologie di codifica non corrette che si riscontrano più frequentemente? Cosa si intende per DRG-ghost? Chi è il cheat-codificator? Quali sono le codifiche che più spesso generano DRG atipici? Com’è articolata, in Italia, l’attività dei controlli sulla verifica della congruità tra la SDO e la cartella clinica?
Il testo sperimenta una formula estremamente innovativa e pratica nell’esaminare oltre trentacinque casi clinici corredati dalla relativa cartella clinica e dalla SDO, sia nella sua versione originale non corretta sia in quella corretta e commentata. Sono riportate, inoltre, circa 40 tabelle che propongono soluzioni di codifica riguardanti situazioni cliniche particolarmente complesse che, quotidianamente, i clinici di corsia e i sanitari impegnati nei SIO delle direzioni sanitarie si trovano ad affrontare.
Un volume aggiornato e completo, che contiene tutta la normativa e le nozioni essenziali sulla SDO e sull’“universo” dei DRG e che, per la prima volta in Italia, analizza sul campo il fenomeno del creeping, nonché gli aspetti medico-legali di una compilazione non corretta della SDO.
Uno strumento indispensabile e facilmente fruibile per tutti coloro che ogni giorno operano nel rispetto dell’attuale sistema di finanziamento degli ospedali.

Indice

Presentazione
Introduzione
Parte prima: “Normativa essenziale e nozioni di base”.
Capitolo 1. La Scheda di dimissione ospedaliera: il Decreto Ministeriale 27 ottobre 2000, n° 380.
Capitolo 2. La versione italiana dell’ICD-9-CM-1997
Capitolo 3. Il Sistema di classificazione dei ricoveri per DRG/ROD
Appendice n. 1 “Metodologia adottata per la determinazione delle tariffe delle prestazioni ospedaliere (Linee-guida n. 1/1995, allegato 1)
Capitolo 4. La parte sanitaria della SDO: regole base di codifica.
Appendice n. 2 “Principali documenti regionali per la codifica della scheda di dimissione ospedaliera”.
Allegato n. 1 Ministero della Sanità - Dipartimento della programmazione “Classificazione delle malattie, dei traumatismi, degli interventi chirurgici e delle procedure diagnostiche e terapeutiche versione italiana della ICD-9-CM (International Classification of Diseases - 9th Revision - Clinical Modification) - 1997 - errata corrige, dicembre 2000”.
Allegato n. 2 “Novità introdotte dalla classificazione ICD-9-CM 2002 e dal corrispondente grouper versione 19”. A cura del dott. Mario Dell’Oca
Parte seconda: “L’attività di controllo e le codifiche opportunistiche"

Capitolo 5. L’attività dei controlli.
Capitolo 6. Le codifiche opportunistiche.
Capitolo 7. I casi clinici.
- Come leggere i casi clinici?
- I DRG atipici
- I DRG atipici “impropri”
- I DRG complicati
- I DRG medici
- I DRG chirurgici
- Altri casi clinici
Capitolo 8. Aspetti medico-legali della scheda di dimissione ospedaliera.
Allegato n ° 3 : DGR del Lazio n° 1178 del 14 novembre 2003 e documento ASP “Eventi oggetto di controllo e modalità tecniche di effettuazione dei controlli analitici”